Il “radecio” di Conche

Radicchio di concheIl radicchio è un ortaggio che ha origini antiche nel tempo. Già i Greci e i Romani lo utilizzavano nella loro dieta alimentare per sfruttarne le doti diuretiche e digestive, il basso contenuto calorico e assaporarne il gusto.

Con il passare del tempo, nella zona della Saccisica, si è passati a una progressiva selezione delle piante fino a creare delle varietà con caratteristiche e tipologie proprie che sono facilmente identificabili e molto rassomiglianti al famosissimo radicchio rosso di Chioggia.

La Frazione di Conche (Codevigo), già famosa per l’asparago, è altresì rinomata per la coltivazione del radicchio che viene effettuata su larga scala.

Le origini della coltivazione del radicchio risalgono circa alla metà degli anni cinquanta, grazie agli ortolani chioggiotti che avevano esteso i loro possedimenti in queste zone.

In breve tempo gli agricoltori di Conche hanno saputo sfruttare la nuova tipologia di ortaggio selezionando di volta in volta i migliori esemplari fino ad ottenere un’ottima produzione, sia in termini qualitativi che quantitativi. Il rapido espandersi della coltura è da ricercarsi nella compatibilità del terreno,nonché da esigenze economiche e inoltre incoraggiati dal successo che avevano ottenuto i vicini ortolani chioggiotti.

Pochi anni dopo la nascita della Festa dell’Asparago, parallelamente a questa, è nata, con l’intento di valorizzare l’altro prodotto chiave della zona di Conche e Chioggia, la Festa del “Radecio”.  Attiva nel periodo di Ottobre, come per la Festa dell’Asparago, durante la festa vengono organizzate manifestazioni e mostre.