Corte Benedettina di Correzzola

Raggiungiamo il centro abitato di Correzzola, caratterizzato dalla piazzetta con la Chiesa parrocchiale dedicata a San Leonardo, costruita in materiali poveri, come si addice ad una chiesa di campagna.

A breve distanza dalla piazzetta si trova l’enorme complesso della Corte Benedettina di Correzzola, dal 1500 centro operativo dell’imponente opera di trasformazione del territorio avviato dai frati di Santa Giustina.

Costruito accanto alla riva del Bacchiglione, in posizione ideale per le comunicazioni con Padova e Chioggia, esso era composto da una serie di edifici nei quali vivevano tutte quelle persone (artigiani, contadini, fabbri, ecc.) che assicuravano, con la loro opera, la buona amministrazione di questa grande tenuta.

Qui, infatti, trovavano posto i magazzini, i granai e le officine per svolgere le molteplici attività richieste dal funzionamento di una struttura così articolata e complessa. Vi erano anche forni per il pane, cantine per la distillazione dell’acquavite, laboratori per la tessitura, stalle, pozzi, orti e giardini. Il corpo centrale del complesso, quasi appoggiato all’argine del Bacchiglione e ritmato nella parte frontale da un lungo porticato, è chiuso nella parte ovest dalla foresteria, dalla residenza dei monaci e dal cellario.

Proseguendo poi verso sud vediamo elevarsi Vanezza Grande di Correzzola.Costruita nel 1570 come stalla per il bestiame della Corte, la Vanezza Grande presenta un prospetto scandito in quindici archi, di mirabili proporzioni, delimitati da due corpi laterali uguali e simmetrici. I pilastri di sostegno sono alleggeriti da lesene, in omaggio al gusto predominante nell’epoca di applicare elementi d’ispirazione classica alle strutture coloniche, di cui si conoscono nel territorio padovano altri esempi, sebbene non altrettanto elevati.

Dove si Trova?

La Corte Benedettina di Correzzola si trova a pochi passi dal centro abitato.

[map id=”6″]