Piove – Cenni analoghi – Candeo

0

L’Assessorato alla cultura ha promosso la ristampa anastatica di questo prezioso volume scritto nel 1833, ad opera di Giuseppe Candeo, all’epoca Regio Commissario Distrettuale. Il valore del libro è innegabile: più volte citato in altri testi e documenti, rappresenta uno spaccato della vita sociale, economica e politica della Piove pre-risorgimentale. Il periodo che va dalla caduta della Serenissima all’entrata delle truppe sabaude nella piazza di Piove di Sacco (immortalata nel dipinto di Alessio Valerio ed ora posto nella sala dei Melograni di palazzo Jappelli), tutto sommato rappresenta una fase poco conosciuta della nostra storia locale.

La lettura di questo testo ci aiuterà senza dubbio ad illuminare da un lato il periodo della dominazione austriaca, da un altro a valorizzare l’importanza per una comunità di avere a disposizione un archivio storico, fonte di informazioni, saperi e conoscenze. Un ammasso di carte polverose, una quantità di materiale esposto all’incuria, la cui conservazione si continua a tollerare a mala pena nella ristrettezza degli spazi: è questa, purtroppo, l’immagine o la concezione che non tanto e non solo l’uomo qualunque ma anche il proprietario, privato o pubblico, ha spesso delle proprie carte d’archivio.

A causa di queste forme di dispregio dei vecchi documenti numerosi archivi di famiglie, di imprese, di associazioni, di comuni, sono andati irrimediabilmente perduti o comunque ci sono giunti gravemente danneggiati e lacunosi. Eppure la dignità umana avverte come bisogno primario anche quello di conservare un’immagine di sé, di trasmettere ai posteri un qualche riflesso della propria personalità singola e collettiva, delle proprie azioni. Ciascuno di noi è inserito in una “tradizione”, in qualcosa che è tramandato e costituisce il fondamento del suo presente.

Disinteressandosi o ignorando le carte d’archivio, una comunità rinnega le origini, la sua immagine storica. L’importanza del riordinamento di antiche carte d’archivio consiste principalmente nella possibilità creativa di ricostruire, anche se in modo frammentario, il passato, di recuperare una perduta continuità storica. E’ con grande soddisfazione pertanto che la presentazione del libro avverrà in concomitanza con l’inaugurazione della seconda sezione dell’Archivio Storico della nostra città. Un evento che mi auguro possa rappresentare un ulteriore stimolo alla ricerca, che negli ultimi anni ha avuto uno sviluppo senz’altro esponenziale.

GIANSTEFANO RODELLA

Titolo Cenni analoghi alla importanza in generale del distretto di Piove ed in particolare del Paese di Piove di Sacco
Autore Candeo
Editore Tipografia del seminario
Anno di pubblicazione 1833
N.Pagine 51

Piove cenni analoghi – Versione in PDF

Share.

Leave A Reply